Confronto tra Chatbot e IVR (Interactive Voice Response) – L’IVR ha regnato nel mondo del servizio clienti per anni.

Oggi la comunicazione avviene su molti canali digitali e i giovani sono soliti comunicare tramite chat e messaggi vocali.

Perché non cominciare a dotarsi di un servizio clienti più efficace?

Molte persone sostengono che l’IVR sia ancora necessario perché hanno avuto una cattiva esperienza con l’avvento dei primi chatbot.

Negli ultimi anni la tecnologia sta facendo passi da gigante e i chatbot stanno evolvendo giorno dopo giorno.

Tuttavia, anche noi di crafter.ai, crediamo che la componente umana non si possa ancora sostituire del tutto, ed è per questo che abbiamo integrato i nostri chatbot con il BLEND-MODE.

Ecco il confronto tra chatbot e IVR:

1. Accessibilità del supporto vocale

Nell’IVR il cliente può parlare con la sua voce ma deve seguire un albero decisionale che lo porterà a parlare con un operatore(se resiste o non cade la linea).

CRAFTER.AI, integra un modulo di supporto vocale per interagire con la voce e se il cliente ha bisogno di parlare con una persona reale, il bot trasferirà la conversazione all’operatore.

Modulo blend mode di crafter.ai per il passaggio della conversazione all’operatore di call center


2. Richieste Ripetitive

Con l’IVR il cliente dovrà compiere tutto il percorso anche per una risposta banale, abbassando considerevolmente la sua UX.

I chatbot rispondono a tutte le domande ripetitive in modo instantaneo, aumentando la UX dei tuoi clienti.

3. Status

Una azienda che userà un chatbot con l’intelligenza artificiale sarà vista come al passo con la tecnologia.

4. customer satisfaction

L’IVR indispone molte persone per l’abuso sbagliato fatto in questi anni, creando frustrazione e allungando i tempi di attesa. I chatbot rispondono immediatamente alle domande, attivando un contratto o un servizio a qualsiasi ora.

5. Analytics

L’IVR non è in grado di generare delle personas accurate dei tuoi clienti. Con i chatbot di CRAFTER.AI puoi analizzare sempre la performance delle conversazioni con i tuoi clienti e operatori di call center e capire quanti conversazioni, lead e contratti sono stati gestiti in autonomia dal bot.

6. Empatia

Le persone a volte sono stressate invece i chatbot non lo sono mai, rispondono cortesemente anche alla persona più maleducata.

7. Miglioramento

Grazie all’intelligenza artificiale le conversazioni con i chatbot migliorano giorno per giorno arrivando sempre più velocemente al tuo obiettivo, che sia una vendita oppure un acquisizione di un nuovo lead.

8. Tecnologia

Con la nostra piattaforma, non hai bisogno di avere dei tecnici per mettere in funzione i tuoi chatbot. Ti basta avere l’idea da realizzare, accedere alla piattaforma e mettere online il tuo bot con un click.