Come aiutare un cliente (con poco traffico) a investire in un chatbot- Se sei una grande azienda, con molte risorse investite nella gestione dell’assistenza clienti o dell’assistenza pre-vendita tramite un contact center, è abbastanza facile cogliere i vantaggi offerti da un chatbot (Clicca qui per guardare tutti i vantaggi).

Ma se la tua azienda, nonostante sia grande, non è mai riuscita a creare un grande traffico per il suo sito Web o è una piccola azienda, forse una start-up, probabilmente avrai difficoltà a comprendere la maggior parte dei vantaggi che un chatbot può offrire.

Costi di un chatbot

Ciò è dovuto principalmente al fatto che un costo per contatto (ottenuto dividendo il costo del chatbot per il numero previsto di conversazioni che dovrà gestire) diminuirà solo dopo un periodo di tempo piuttosto lungo. L’investimento iniziale rispetto al numero limitato di conversazioni gestite può far sembrare il bot un giocattolo davvero costoso.

La verità è che se prevedi di raggiungere il tuo obiettivo di traffico e aumentare il numero di interazioni che la tua azienda avrà in rete con potenziali clienti, dovresti prepararti a gestire tale traffico con gli strumenti giusti.

Come aiutare un cliente con un chatbot

Ecco perché, in Athics, abbiamo deciso di offrire abbonamenti mensili rinnovabili. Una commissione mensile aiuta a diluire il tuo investimento su un periodo di tempo più lungo con l’opzione di sospendere l’abbonamento se non riesci a raggiungere il livello di traffico conversazionale desiderato.

Attenzione ai chatbot che usano la fatturazione in base al numero di conversazioni

Come suggerimento a parte, cerca di evitare i chatbot che vengono fatturati in base al numero delle conversazioni gestite perché è abbastanza facile costruire un bot che si ingaggi con il tuo chatbot per fargli “consumare” tutta la sua massima capacità di conversazioni in un periodo davvero breve di tempo.